Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Le storie delle scuole


LA SVIZZERA NEGLI ANNI CINQUANTA

Autore: Liceo Socio-psico-pedagogico "Malaspina" - Pontremoli (Ms)


Sequenza Precedente 2 / 6 Sequenza Successiva
Sequenza immagini
La partenza risale al 5 aprile del 1955 quando il suo primo figlio Fabrizio aveva appena due anni. Lo lasciò semplicemente ad una sua sorella con molto dolore e molto rancore: infatti per tutto il periodo dell'emigrazione Giuseppa soffrì amaramente la lontananza. La destinazione fu Praten Basclant, un paese vicino a Basilea, dove riuscì anche ad imparare qualche parola in tedesco. Per entrare dovettero sottoporsi a severi controlli sanitari, da effettuarsi alla frontiera. Il viaggio in treno durò circa dieci ore: le prime tre fino a Milano, quattro per arrivare a Chiasso e sei ore successive per giungere alla meta predefinita. Il suo primo alloggio fu nella casa della famiglia presso la quale svolgeva le proprie mansioni, mentre il marito Giovanni si sistemò in una baracca insieme agli amici muratori; in seguito prese un appartamento con il marito. Successivamente Beppa (Giuseppa) andò a lavorare come "tuttofare" in una mensa di operai.

« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto