Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


LA MOSTRA


Sezione precedente SEZIONE PRECEDENTE SEZIONE SUCCESSIVA Sezione successiva
SI RIPARTE
Pannello
…nel secolo XIX e nel secolo XX, troviamo, importante ma discreto, quasi perduto nel vociare artificioso della grande storia, il vasto dispendio umano dell’emigrazione italiana, senza che la penisola abbia potuto ricavarne un brillante profitto. Ma questa emigrazione, a partire dall’ultimo scorcio dell’800, ha validamente contribuito, col rinnovarne la sostanza, al decollo umano delle Americhe: quella portoghese, quella spagnola, quella anglosassone. Si scala mondiale non si è trattato di un megro servizio. Semplice inizio? La questione rimane aperta. (Fernand Braudel )
 

La fabbrica di pelletterie Italchile di propietà di carraresi emigrati negli anni 1947 - 1948.

Noè Da Prato (1904 - 1975) nel suo laboratorio. Era emigrato da Pietrasanta (Lucca) nel 1928 per motivi politici; un suo fratello viene infatti ucciso dai tedeschi nell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema (Lucca). Lo scultore in Argentina svolge una lunga attività realizzando varie opere sia in marmo che in gesso.

La ditta Italo-Colombiana impiantata da Serretto Serrretti, emigrato agli inizi degli anni '20 da Cecina (Livorn) per motivi politici.

Serretto Serretti ritratto con alcune dipendenti tra i macchinari della sua ditta dolciaria.


Museo della Fondazione del Banco di Credito Argentino; Collezioni Badii, raccolta permanente delle opere di Libero Badii

Lo scultore, nato ad Arezzo ed emigrato nel 1927 in Argentina con la famiglia, diviene Professore di scultura nella Scuola Superiore di Belle Arti.

Alcide Maselli emigrato nel 1921 da Rosignano Marittimo (Livorno). Dapprima giardiniere, ha poi avviato una propria azienda. Fondatore di una società di Mutuo Soccorso, ha realiazzato numerose scuole per i bambini del Delta del Paranà.



 
Sezione precedente SEZIONE PRECEDENTE TORNA ALLE SEZIONI SEZIONE SUCCESSIVA Sezione successiva

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto