Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


HOME


Mostra "Gente di Toscana"
Entra nella sezione dedicata alla Mostra



Archivio immagini
125  Festa per il battesimo di Raymond Donati, figlio di severino e Rosa Franchini, venditori ambulanti di Mulazzo (Massa Carrara).
Periodo: 1907
Soggetto: tempo libero Codice: 125
Festa per il battesimo di Raymond Donati, figlio di severino e Rosa Franchini, venditori ambulanti di Mulazzo (Massa Carrara).
635  Quadro di Luigi De Servi raffigurante un figurinaio (Museo della figurina di gesso e dell'emigrazione).
Soggetto: lavoro Codice: 635
Quadro di Luigi De Servi raffigurante un figurinaio (Museo della figurina di gesso e dell'emigrazione).
646  Persone al porto di Melbourne in attesa dello sbarco di emigranti dalla nave Nettunia, in arrivo dall'Italia (Museo della figurina di gesso e dell'emigrazione).
Periodo: 1964
Soggetto: lavoro Codice: 646
Persone al porto di Melbourne in attesa dello sbarco di emigranti dalla nave Nettunia, in arrivo dall'Italia (Museo della figurina di gesso e dell'emigrazione). [...]
193  Nelle cave di questa località hanno trovato lavoro molti versiliesi. Nella foto, Igino Lazzerini ed Ivo Lazzeri a Thiarmont.
Periodo: anni '50
Soggetto: lavoro Codice: 193
Nelle cave di questa località hanno trovato lavoro molti versiliesi. Nella foto, Igino Lazzerini ed Ivo Lazzeri a Thiarmont.
134  Pietro Gori di Rosignano (Livorno), avvocato, poeta militante comunista anarchico., più volte esule politico e perciò definito “Il cavaliere errante dell'Anarchia”. Qui è ritratto in posa in Argentina dove tra il 1898 e il 1902 dirige l'importante rivista “Criminologia Moderna” e, per incarico della Società Scientifica Argentina, compie giri di eplorazione oltre la Terra del Fuoco, con vari compagni di viaggio, tra gli altri il poeta Cesare Pascarella.
Soggetto: politica, viaggio, lavoro Codice: 134
Pietro Gori di Rosignano (Livorno), avvocato, poeta militante comunista anarchico., più volte esule politico e perciò definito “Il cavaliere errante dell'Anarchia”. [...]
521  Festa di compleanno. I partecipanti appartengono alle famiglie Musetti e Ghelfi, originarie di Grondola (Comune di Pontremoli - MS).
Periodo: anni ' 60
Soggetto: famiglia Codice: 521
Festa di compleanno. I partecipanti appartengono alle famiglie Musetti e Ghelfi, originarie di Grondola (Comune di Pontremoli - MS).
240  Cartolina con il fotomontaggio realizzata da Margherita Laval per la compagna di scuolaTriestina Capecchi, figlia di carbonai pistoiesi.
Periodo: 1935
Soggetto: famiglia Codice: 240
Cartolina con il fotomontaggio realizzata da Margherita Laval per la compagna di scuolaTriestina Capecchi, figlia di carbonai pistoiesi.
766  Romano Mazzoni, primo a sinistra, insieme a fratelli e sorelle nei pressi di Avellaneda.

Soggetto: famiglia Codice: 766
Romano Mazzoni, primo a sinistra, insieme a fratelli e sorelle nei pressi di Avellaneda.
581  Il transatlantico Rex.
Periodo: anni '30
Soggetto: viaggio Codice: 581
Il transatlantico Rex.
486  Emigrati pontremolesi, il primo a destra è Giulio Zanetti Cavalieri.
Periodo: 1923 Codice: 486
Emigrati pontremolesi, il primo a destra è Giulio Zanetti Cavalieri.



Partiti dalla Toscana
Vecoli Rudolph

VECOLI RUDOLPH

Direttore del Centro di Ricerca sulla Storia dell’Immigrazione all’Università del Minnesota, i suoi studi hanno dato un grande contributo alla conoscenza di che cosa l’immigrazione in America è stata e delle tracce che ha lasciato.




Il Museo

Il Museo dell’Emigrazione della Gente di Toscana è nato nel 2004 dalla collaborazione tra il Centro di Documentazione dell'Emigrazione operante presso la Comunità Montana della Lunigiana, la Regione Toscana, il Consiglio dei Toscani all'Estero e il Comune di Mulazzo con l’obiettivo di conoscere e valorizzare il fenomeno dell’emigrazione toscana nel mondo.

E’ stato pensato ed è organizzato su due livelli: uno fisico ed uno virtuale. Nel primo, ospitato tra le mura del Castello di Lusuolo, c’è la biblioteca, la mediateca, una sala conferenze, uno spazio per la visione o l’ascolto di audiovisivi e si sviluppa l’allestimento museale che propone il percorso della mostra “Gente di Toscana”, con le storie di chi ebbe la necessità e il desiderio di partire verso terre lontane, arricchito da oggetti e documenti dell’epoca ed “animato” dalla proiezione di videodocumentari dal forte coinvolgimento emotivo.

Il secondo livello è invece costituito dal sito del museo,panerai replica watches attraverso il quale è possibile la consultazione on-line delle informazioni e del materiale recuperato attraverso il lavoro di ricerca (testimonianze, lettere, fotografie, documenti che gli emigrati toscani hanno messo a disposizione del Museo e dei suoi utenti).


Well, bust out your meter stick cause audemars piguet jules audemars replica found a good website. I love to consider it as being a “supermodel” a wrist replica watch that will make heads turn in almost any room. One particular replica watches is that this tropical meters first 1680 at HQ Milton.



EVENTI E NEWS
04/02/2015
LA DOLCE HISTORIA...
LA DOLCE HISTORIA... In mostra al castello di Lusuolo le opere di Cristina Balsotti e Stefano Lanzardo

» Tutte le news



Area Riservata Scuole

Nato da una collaborazione con l'associazione I-Museum, il progetto didattico "migranti on-line" guida gli studenti ad un confronto diretto con il fenomeno dell'emigrazione operando attraverso le tecnologie del web. L'attività prevede una serie di incontri in aula sul tema, una ricerca-azione mirata a reperire storie d'emigrazione, la realizzazione di storie per immagini in questa sezione del sito.

Inserisci username e password per accedere all'area di lavoro riservata alla tua scuola.


 




project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto