Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


HOME


Mostra "Gente di Toscana"
Entra nella sezione dedicata alla Mostra



Archivio immagini
410  Famiglia Pelleschi.
Periodo: anni '10
Soggetto: famiglia Codice: 410
Famiglia Pelleschi.
739  Temi scritti da due bambini italiani della Scuola Europea di Mol, dove studiò Stella Terenzoni, figlia di un minatore originario di San Terenzo Bardine nel Comune di Fivizzano.
Periodo: anni '70
Soggetto: lavoro Codice: 739
Temi scritti da due bambini italiani della Scuola Europea di Mol, dove studiò Stella Terenzoni, figlia di un minatore originario di San Terenzo Bardine [...]
66  Elvira Volpi e Coriolano Granai, scalpellino. La foto viene scattata quando il Granai parte per il Vermont con il figlio maggiore.
Periodo: 1900
Soggetto: lavoro Codice: 66
Elvira Volpi e Coriolano Granai, scalpellino. La foto viene scattata quando il Granai parte per il Vermont con il figlio maggiore.
127  Foto che Carlo Alberghi, originario della Val di Bisenzio (Prato), invia alla moglie scrivendo: …se potessi venire anch'io come questa cartolina.
Periodo: 1907
Soggetto: famiglia, lavoro Codice: 127
Foto che Carlo Alberghi, originario della Val di Bisenzio (Prato), invia alla moglie scrivendo: …se potessi venire anch'io come questa cartolina.
491  Cherubino Giuseppe Turriani Toni, nato a Pieve Fosciana nel 1903, è il primo, seduto, da destra. Emigra in Brasile nel 1921 mentre nel 1935 si sposta in Uruguay. A San Paolo diventa impresario edile e collabora alla costruzione della Chiesa di San Pellegrino a Caxias insieme al barghigiano D'Arrigo. In Uruguay per la IMM costruisce l'Obelisco di Montevideo. Lavora in diverse imprese di costruzione, finchè, con il socio Angelo Guffanti, ne costituisce una propria. Realizza i basamenti di diversi monumenti, come quello del Gattamelata, di San Martin e del parroco Larranaga.
Periodo: 1915
Soggetto: famiglia Codice: 491
Cherubino Giuseppe Turriani Toni, nato a Pieve Fosciana nel 1903, è il primo, seduto, da destra. Emigra in Brasile nel 1921 mentre nel 1935 si sposta [...]
202  Lo scultore carrarese Luigi Telara intento a realizzare la copia di un'opera del Campidoglio raffigurante la Pace. Gli scultori carraresi vengono incaricati negli anni Cinquanta di realizzare copie delle sculture per sostituire gli originali.
Periodo: anni '50
Soggetto: lavoro Codice: 202
Lo scultore carrarese Luigi Telara intento a realizzare la copia di un'opera del Campidoglio raffigurante la Pace. Gli scultori carraresi vengono incaricati [...]
723  Pubblicazione elettorale di Coriolano Granai, candidato alla carica di governatore dello Stato del Vermont.
Periodo: anni '30
Soggetto: lavoro Codice: 723
Pubblicazione elettorale di Coriolano Granai, candidato alla carica di governatore dello Stato del Vermont.
679  Anna, Germaine, Gemma, Henriette Bergamaschi.
Soggetto: famiglia Codice: 679
Anna, Germaine, Gemma, Henriette Bergamaschi.
406  La città di Ausonia porta il nome di una figlia di Giovanni Pelleschi.
Periodo: 2000
Soggetto: famiglia Codice: 406
La città di Ausonia porta il nome di una figlia di Giovanni Pelleschi.
130  Carlo Saccenti da Vaiano (Prato) tiene per mano il bambino al centro della foto.
Periodo: 1905
Soggetto: lavoro, famiglia Codice: 130
Carlo Saccenti da Vaiano (Prato) tiene per mano il bambino al centro della foto.



Partiti dalla Toscana
Catani Carlo

CATANI CARLO

Catani Carlo, ingegnere emigrato in Australia, collaborò a grandi progetti; viene ricordato come un uomo dall’immancabile cortesia e umanità. A Catani è stato dedicato un busto di bronzo ai piedi di Schefferle’s Memorial, la torre a St Kilda Esplanade.




Il Museo

Il Museo dell’Emigrazione della Gente di Toscana è nato nel 2004 dalla collaborazione tra il Centro di Documentazione dell'Emigrazione operante presso la Comunità Montana della Lunigiana, la Regione Toscana, il Consiglio dei Toscani all'Estero e il Comune di Mulazzo con l’obiettivo di conoscere e valorizzare il fenomeno dell’emigrazione toscana nel mondo.

E’ stato pensato ed è organizzato su due livelli: uno ulysse nardin replica watches fisico ed uno virtuale. Nel primo, ospitato tra le mura del Castello di Lusuolo, c’è la biblioteca, la mediateca, una sala conferenze, uno spazio per la visione o l’ascolto di audiovisivi e si sviluppa l’allestimento museale che propone il percorso della mostra “Gente di Toscana”, con le storie di chi ebbe la necessità e il desiderio di partire verso terre lontane, arricchito da oggetti e documenti dell’epoca ed “animato” dalla proiezione di videodocumentari dal forte coinvolgimento emotivo.

Il secondo livello è invece costituito dal sito del museo,panerai replica watches attraverso il quale è possibile la consultazione on-line delle informazioni e del materiale recuperato attraverso il lavoro di ricerca (testimonianze, lettere, fotografie, documenti che gli emigrati toscani hanno messo a disposizione del Museo e dei suoi utenti).


Well, bust out your meter stick cause audemars piguet jules audemars replica found a good website. I love to consider it as being a “supermodel” a wrist replica watch that will make heads turn in almost any room. One particular replica watches is that this tropical meters first 1680 at HQ Milton.



EVENTI E NEWS
04/02/2015
LA DOLCE HISTORIA...
LA DOLCE HISTORIA... In mostra al castello di Lusuolo le opere di Cristina Balsotti e Stefano Lanzardo

» Tutte le news



Area Riservata Scuole

Nato da una collaborazione con l'associazione I-Museum, il progetto didattico "migranti on-line" guida gli studenti ad un confronto diretto con il fenomeno dell'emigrazione operando attraverso le tecnologie del web. L'attività prevede una serie di incontri in aula sul tema, una ricerca-azione Breitling Replica Watches mirata a reperire storie d'emigrazione, la realizzazione di storie per immagini in questa sezione del sito.

Inserisci username e password per accedere all'area di lavoro riservata alla tua scuola.


 




project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto